Skip to main content

Blitz anti-evasione: sequestrati oltre 12 milioni di euro dalla Guardia di Finanza di Terni

Operazione contro frodi fiscali su vasta scala coinvolge territori nazionali ed esteri, svelati dettagli in conferenza stampa.

La Guardia di Finanza di Terni ha condotto un’importante operazione contro l’evasione fiscale, portando al sequestro di beni e disponibilità finanziarie per un totale di 12 milioni e 552.360,53 euro. L’indagine, che ha coinvolto anche territori esteri, ha preso di mira presunte frodi fiscali legate a crediti IVA generati da fatturazioni false.

Pubblicità

L’azione, che ha visto l’impiego di circa cinquanta uomini delle Fiamme Gialle umbre, è stata supportata dal Servizio centrale Ico. L’operazione ha avuto un impatto significativo sul fronte legale, con l’esecuzione di un provvedimento cautelare patrimoniale emesso dal giudice per le indagini preliminari di Terni. Questo provvedimento riguarda 42 persone fisiche e 39 giuridiche, accusate di associazione a delinquere finalizzata alla frode fiscale, alle indebite compensazioni, all’emissione di fatture per operazioni inesistenti, al riciclaggio ed all’autoriciclaggio.

La Guardia di Finanza ha individuato e colpito complessi aziendali, beni e disponibilità finanziarie dei soggetti indagati non solo nel territorio di Terni, ma anche in altre 14 province italiane, tra cui Milano, Roma, Napoli, e persino all’estero, in Romania. Questo è stato possibile grazie alla stretta collaborazione delle autorità giudiziarie tramite Eurojust.

I dettagli dell’operazione saranno resi noti durante una conferenza stampa indetta dal Procuratore di Terni, che si terrà alle 12:30 presso il locale comando provinciale della Guardia di Finanza. Si prevede che durante l’incontro saranno fornite ulteriori informazioni sull’indagine, sulle modalità operative e sulle implicazioni legali delle attività illegali scoperte.

Condividi questo articolo

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità