Skip to main content

Regione Umbria: avviata la fase istruttoria per il resort Antognolla

Finanziamento agevolato di Invitalia per un progetto da 174,5 milioni di euro. Il piano prevede la conservazione dell’architettura storica e la creazione di una comunità residenziale leader in Europa.

La Regione Umbria ha annunciato un’importante novità per lo sviluppo economico del territorio. Attraverso una nota stampa, la Regione ha comunicato l’avvio della fase istruttoria e di negoziazione per la domanda presentata da Antognolla Spa. Questa richiesta mira ad accedere al Contratto di Sviluppo del Ministero dello Sviluppo Economico, gestito da Invitalia, l’agenzia nazionale per l’attrazione degli investimenti e lo sviluppo d’impresa, interamente partecipata dal Ministero dell’Economia e delle Finanze.

La domanda, avanzata da Antognolla Spa, è finalizzata a ottenere un finanziamento agevolato per la completa realizzazione del resort Antognolla, situato a Perugia, in strada San Giovanni del Pantano. Il sito ha una ricca storia medievale, essendo stato teatro di assedi e lotte, e per secoli è stato la residenza di una delle famiglie nobiliari più potenti di Perugia. Oggi, il castello e la tenuta sono destinati a diventare un resort di lusso e una comunità residenziale leader in Europa, mantenendo l’architettura storica come elemento chiave dello sviluppo.

Pubblicità

Il piano finanziario per il resort prevede un investimento totale di circa 174,5 milioni di euro. Antognolla Spa ha richiesto a Invitalia un finanziamento agevolato di circa 38 milioni di euro, mentre i rimanenti 136,5 milioni saranno coperti interamente dai mezzi economici dell’azienda, con 70 milioni già spesi.

Attualmente, sono in corso i lavori per il centro benessere, denominato ‘Main Building’, e le suite alberghiere ‘Spa Suites’. La fase strutturale di questi progetti dovrebbe essere completata entro la fine di giugno. Successivamente, inizierà la costruzione del ‘nuovo borgo’ (castello) e delle ville con destinazione alberghiera, note come ‘Massarello villa’.

Conforme al Decreto Ministeriale 9 del 2024, la Regione Umbria dovrà esprimere il proprio parere sulla compatibilità del piano progettuale di Antognolla con i programmi di sviluppo locale e sulla possibilità di cofinanziamento. La Regione avvierà immediatamente un’istruttoria specifica, che porterà a una risposta entro 30 giorni. Data la disponibilità di Invitalia, è prevedibile un esito positivo.

Condividi questo articolo

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità