Skip to main content

Pattern rivoluziona la maglieria di lusso: l’acquisizione di umbria verde mattioli segna una nuova era

L’accordo strategico di Pattern per l’acquisizione di Umbria Verde Mattioli getta le basi per una maglieria di lusso innovativa e sostenibile, ridefinendo il panorama del fashion luxury internazionale

Pattern, il rinomato gruppo quotato su Euronext Growth Milan attivo nella progettazione, ingegneria e produzione di capi sfilata per i più prestigiosi brand del fashion luxury internazionale, ha recentemente annunciato un accordo d’investimento vincolante che segna una pietra miliare nella sua storia aziendale: l’acquisizione del 100% di Umbria Verde Mattioli (UVM). Questa operazione, portata avanti attraverso la sua controllata S.M.T. (80%), rappresenta una strategia di espansione mirata nel settore della maglieria di lusso.

L’ingresso della famiglia Mattioli, tramite il maglificio Umbria Verde Mattioli di Perugia, nel Gruppo Pattern segna un passaggio strategico di eccellenza tecnica e industriale. Secondo Luca Sburlati, CEO del Gruppo Pattern, insieme a Franco Martorella e Fulvio Botto, Fondatori e Azionisti di Maggioranza di Pattern, questa acquisizione rappresenta la più rilevante dalla quotazione in Borsa avvenuta nel 2019.

Pubblicità

L’acquisizione di UVM consente a Pattern di consolidare una “one supply chain” tra le più grandi a livello internazionale nel segmento Lusso. Questa sinergia industriale e produttiva si focalizza su tre pilastri fondamentali: capacità di progettazione e innovazione, piattaforma industriale ESG certificata e innovazioni tecnologiche avanzate.

Il prezzo concordato per l’acquisizione è di 20 milioni di euro:  8 milioni saranno pagati all’esecuzione dell’accordo; 3 milioni saranno versati in rate annuali di pari importo entro il terzo anniversario dall’esecuzione, condizionati alla permanenza dei soci venditori nel CdA di UVM e 9 milioni verranno compensati tramite un aumento di capitale di SMT riservato ai venditori, consentendo loro di acquisire una partecipazione del 10% in SMT.

In parallelo, Pattern ha stipulato un accordo con Stefano Casini, amministratore delegato di SMT e membro del CdA di Pattern, e con Camer, società controllata da Casini, per l’acquisizione dell’8% del capitale sociale di SMT detenuto da Camer per un prezzo complessivo di 6,2 milioni di euro.

Una volta completate le operazioni, la partecipazione in SMT sarà così distribuita: 80% da Pattern, 10% da Camer e 10% dai soci venditori di UVM, Simone e Leonardo Mattioli.

Condividi questo articolo

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità