Skip to main content

Arrestato trentenne per atti persecutori contro l’ex fidanzata a Narni

Carabinieri eseguono custodia cautelare con braccialetto elettronico, dopo denuncia della vittima

Carabinieri della stazione di Narni hanno arrestato un trentenne per atti persecutori nei confronti della sua ex fidanzata, in ottemperanza a un’ordinanza di custodia cautelare del gip del Tribunale di Terni. Il sospettato è stato posto ai domiciliari con l’obbligo di indossare un braccialetto elettronico.

Le indagini sono scaturite da una denuncia presentata alla fine di aprile da una ventiquattrenne straniera, con cui l’uomo aveva avuto una relazione terminata a marzo. Sin da allora, avrebbe iniziato a molestare la giovane con ripetuti messaggi telefonici, pedinamenti e appostamenti sia presso la sua abitazione che nei dintorni del suo luogo di lavoro.

Messaggio elettorale

Secondo quanto riportato dai carabinieri, in un’occasione il trentenne avrebbe addirittura aggredito fisicamente un ventisettenne che aveva accompagnato a casa la ragazza per proteggerla. Le indagini, coordinate dalla Procura di Terni nell’ambito del protocollo previsto dalla legge 69/2019, conosciuta come “codice rosso”, hanno permesso all’autorità giudiziaria di emettere la misura cautelare, eseguita recentemente dai militari di Narni.

Condividi questo articolo

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità